Crowdfunding: Cos'è, Come funziona, Tipologie e Vantaggi

Il crowdfunding è un metodo innovativo di raccolta fondi che permette a chiunque di finanziare progetti creativi, sociali o imprenditoriali. Attraverso piattaforme online, i promotori dei progetti possono presentare le loro idee a un pubblico ampio e ricevere donazioni da piccoli e grandi sostenitori.

Crowdfunding: Cos'è, Tipologie e Vantaggi

Cos’è e caratteristiche del crowdfunding

Il termine crowdfunding deriva dall’unione delle parole inglesi “crowd” (folla) e “funding” (finanziamento). Si tratta quindi di un finanziamento collettivo, in cui molte persone contribuiscono con piccole somme per supportare un progetto che ritengono interessante o importante.

Le caratteristiche principali del crowdfunding sono:

  • Accessibilità: chiunque può lanciare una campagna di crowdfunding, anche senza avere alle spalle grandi capitali o investitori istituzionali.
  • Trasparenza: le informazioni sui progetti e sui loro promotori sono generalmente disponibili online, permettendo ai donatori di fare scelte consapevoli.
  • Democrazia: il crowdfunding permette a tutti di avere voce in capitolo e di contribuire alla realizzazione di progetti che li appassionano.

Come funziona

Il processo di crowdfunding è abbastanza semplice:

  1. Il promotore del progetto crea una campagna su una piattaforma online. In questa fase, deve fornire informazioni dettagliate sul progetto, come l’obiettivo da raggiungere, i costi previsti e le modalità di utilizzo dei fondi.
  2. I donatori possono visualizzare le campagne online e scegliere quelle che desiderano supportare. In genere, le donazioni possono essere effettuate tramite carta di credito, PayPal o bonifico bancario.
  3. Se la campagna raggiunge l’obiettivo prefissato, il progetto viene finanziato e i donatori ricevono le ricompense previste. In caso contrario, i fondi vengono restituiti ai donatori.

Tipologie di crowdfunding

Esistono diverse tipologie di crowdfunding, ognuna con le sue caratteristiche specifiche:

  • Donation-based crowdfunding: in questo caso, i donatori non ricevono nulla in cambio del loro contributo, se non la soddisfazione di aver sostenuto un progetto che ritengono importante.
  • Reward-based crowdfunding: i donatori ricevono una ricompensa in cambio del loro contributo, come un prodotto, un servizio o un’esperienza.
  • Equity crowdfunding: i donatori investono nel progetto e ricevono in cambio quote azionarie dell’impresa.
  • Lending-based crowdfunding: i donatori prestano denaro al promotore del progetto e ricevono in cambio interessi sul prestito.

Vantaggi del crowdfunding per una non profit

Il crowdfunding può essere un ottimo strumento per le organizzazioni non profit per raccogliere fondi e aumentare la propria visibilità. Ecco alcuni dei vantaggi del crowdfunding per le non profit:

  • Permette di raggiungere un pubblico ampio e diversificato.
  • È un modo efficace per coinvolgere la community e costruire relazioni con i sostenitori.
  • Può essere utilizzato per testare nuove idee e progetti.
  • È un metodo di raccolta fondi relativamente economico ed efficiente.

Costi e altri interessi

Le piattaforme di crowdfunding di solito applicano commissioni sui fondi raccolti. Inoltre, i promotori dei progetti potrebbero dover sostenere altri costi, come quelli per la promozione della campagna.

Regole

Il crowdfunding è un settore relativamente nuovo e in continua evoluzione. In Italia, la disciplina del crowdfunding è stata recentemente aggiornata con il decreto legislativo 30 del 10/03/2023.